Progetti

Il Nido d’Infanzia, aggregato alla Scuola dell’Infanzia, segue un Piano educativo annuale comprensivo sia della proposta educativa costruita sulla base del tema dell’anno, sia di Progetti proposti a seconda delle caratteristiche specifiche del gruppo dei bambini.

Al Piano Educativo si affiancano quindi le attività didattiche proposte nei laboratori, in orario scolastico.

I laboratori previsti sono:

  • Giocayoga, curato e guidato dalle educatrici del servizio che si basa sul gioco e sull’uso ludico del proprio corpo, poiché il corpo è la via principale con cui il bambino acquisisce esperienze, conosce il mondo e costruisce se stesso e impara così a prendere coscienza dello spazio che occupa e degli altri bimbi che lo circondano. Nella pratica Yoga vi è un graduale passaggio dal movimento libero al movimento consapevole, a momenti di tranquillità, ascolto, auto-ascolto e riflessione;
  • laboratorio di creatività, tenuto da un’educatrice-atelierista della scuola; coinvolge l’intero gruppo dei bambini della sezione, divisi in piccoli sotto-gruppi, in un angolo attrezzato della biblioteca. Il laboratorio ha l’obiettivo di giocare “ecologicamente”, cioè creare giochi, libri, oggetti di fantasia utilizzando materiali di scarto industriale, per potenziare così la creatività, la manualità e incoraggiare un interscambio tra le diverse età;
  • laboratorio naturale “Il nostro orto”, curato da un’educatrice-atelierista della scuola; coinvolge l’intero gruppo dei bambini della sezione, divisi in piccoli sotto-gruppi e permette loro di prendersi cura di un piccolo orto all’interno dello spazio esterno circostante al nido. Tra i vari scopi del progetto ci sono la manipolazione della terra e il prendersi cura delle piante. La manipolazione rientra tra le attività già svolte dai bambini all’interno del nido. Attraverso l’attività dell’orto hanno la possibilità di sperimentare questa pratica all’aria aperta. Tra gli obiettivi c’è quello della preparazione e la cura di uno spazio dove coltivare le piante. Il prendersi cura di una pianta, già dalla fase della semina, e poi attraverso l’arco di tempo che diventa piantina e infine pianta che dà frutti, permette al bambino di scoprire la magia della crescita. Tutto questo è facilitato dalla continuità che si sviluppa con osservazione e pratica quotidiana.

Progetto Continuità d’Istituto

In vista del lungo e articolato percorso che i bambini sono destinati ad intraprendere, il raccordo tra i vari ordini di scuola va condotto sapientemente da insegnanti ed educatori facilitatori e abili osservatori dei momenti più significativi della vita scolastica.

È in quest’ottica che i bambini potranno conoscere Spazi e Persone , anticipando alcune esperienze in un clima sereno e ludico di reciproca condivisione e collaborazione. La gradualità delle attività svolte vuole incoraggiare il superamento delle prevedibili ansie e aspettative dei bambini, delle loro famiglie e degli stessi insegnanti ed educatori, i quali avranno, in tal modo, la preziosa opportunità di poter conoscere anticipatamente i futuri alunni, favorendo la nascita di idee e attività da poter poi svolgere “ in situazione” durante il successivo anno scolastico e facilitando quindi il tanto significativo momento dell’Accoglienza. La consapevolezza dell’importanza di realizzare esperienze condivise che costruiscano un ponte reale tra i diversi ordini di scuola per agevolare i bambini in questo passaggio, è stata la motivazione più forte che ha spinto noi docenti ad impegnarci nelle diverse attività, di cui il progetto si compone.